lunedì 1 febbraio 2016

LA PREGHIERA

"Tutti ti cercano", dicono i discepoli a Gesù.

 Tutti cercano Gesù perché é ricolmo d'amore soprannaturale. Tutti noi abbiamo fame e sete di amore; perciò, quando troviamo una persona ricolma di amore, tenerezza e misericordia non la perdiamo più di vista; ci avvinghiamo a quella persona come l'edera a un tronco d'albero.

Gesù non ama l'uomo solo a parole, ma anche con i fatti. Infatti tutta la sua giornata é piena di gesti e parole d'amore: insegna, guarisce i malati, conforta gli afflitti, predica il Vangelo e scaccia i demoni. Perché Gesù opera e parla sempre con amore compassionevole? Il suo segreto era la preghiera. Al mattino si alzava presto per mettersi in relazione con il Padre celeste.

Come il fiume non porta più acqua alla terra riarsa se non é legato alla sorgente, così l'uomo non può comunicare amore al prossimo se non é unito a Dio attraverso la preghiera.

Non uscire di casa al mattino se prima non hai fatto almeno dieci minuti di preghiera. Se uscirai di casa senza aver vissuto almeno dieci minuti alla presenza di Dio, ti immetterai nelle faccende quotidiane senza la verità dell'amore. Invece di portare amore nel mondo, porterai rancore, arroganza, violenza, confusione, divisione e immoralità.

La preghiera é la cattedra della Verità, la fonte dell'amore, dell'ordine, della tenerezza e della misericordia. 

Chi non agisce e non parla nella verità dell'amore, a lungo andare rimarrà solo e la sua solitudine sarà infernale. La gente ti cerca perché sei bello, importante, ricco o perché sei ricolmo dell'amore di Dio? Se la motivazione é la prima, preparati a rimanere solo. Amen. Alleluia.


(P. Lorenzo Montecalvo dei vocazionisti)