mercoledì 6 marzo 2013

LETTERE DAL CARCERE PER REATI DI OPINIONE ( 5 )

Riceviamo una nuova lettera di Mirko Viola, la cui carcerazione prosegue senza fine con pretese " cautelari", nonostante gli accusati abbiano aderito al " rito abbreviato" e il processo ( processo ? ..  il " rito abbreviato" è letteralmente una farsa di processo...) ormai alla fine.

Dalla lettera, molto dura e che pubblichiamo integralmente, per rispetto ad una persona innocente, in carcere solo per aver espresso una opinione diversa da quelle dei " padroni del vapore", emerge il reale senso di questo assurdo processo, un senso che i media asserviti alla potente e danarosa lobby dell' industria dell' Olocausto, tacciono a bella posta, grati alla mano del padrone che gli concede l' osso...

 I nodi vengono al pettine, e il carattere liberticida del processo emerge in tutta la sua evidenza : altro che reati truculenti , questi giovani sono in carcere per aver cercato  Verità, una verità scomoda per una certa lobby, che sul pianto e la millenaria lamentela ha fondato le sue fortune  e le disgrazie degli " altri", del resto considerati da questa specie di razza superiore , alla stregua di " gojim", cioè animali, non umani.... " umani " loro......

E' inutile che gli ipocriti  fingano di non capire che  il senso di questo processo, che assomiglia sempre di più ad un  sacrificio rituale , non sia questo . Si pensi a Socrate, che venne incarcerato dal potere dell' epoca e fu costretto a bere la cicuta per " togliersi di torno"....




Ricordiamo l' indirizzo per scrivere a Mirko Viola : carcere di Regina Coeli, via della Longara, 29 - 00165 ROMA .

PROCESSI POLITICI IN ITALIA :